Euro 2016 gruppo E

AntePost Euro 2016- Gruppo E: Italia e Belgio favorite

Euro 2016: L’attesa per Euro 2016 sta per finire, l’europeo di calcio avrà inizio il prossimo 10 giugno in Francia. In questo periodo che ci divide dal match d’esordio andiamo a scoprire i gironi e le quote antepost sulle favorite. Quest’oggi ci occuperemo del Gruppo E, formato da: Italia, Belgio, Irlanda e Svezia.
Euro 2016 gruppo E


Italia

Conte

Curioso vedere l’ultima competizione di Conte sulla panchina degli azzurri. Nonostante la parabola discendente della formazione italiana, resta comunque una delle favorite al passaggio del girone. L’Italia da super favorita come da tradizione, si e’ trasformata una semplice squadra outsider che potrebbe inserirsi tra le grandi, data la mancanza di giocatori chiave. Assenti illustri per motivi di condizione fisica (infortuni) Verratti, Marchisio e Montolivo che non potranno dare il loro contributo alla regia della squadra, altri assenti per motivi tecnici come Jorginho, Gabbiadini, Pirlo, Donnarumma e Balotelli hanno fatto infuriare molti tifosi italiani. Le quote per la vittoria finale Italiana sono molto alte ( 17.00), quelle per la vittoria del girone sono ferme a 2.80.
Convocati:
Portieri:
Gianluigi Buffon (Juventus), Federico Marchetti (Lazio), Salvatore Sirigu (Paris Saint Germain)
Difensori:
Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Angelo Obinze Ogbonna (West Ham)
Esterni:
Federico Bernardeschi (Fiorentina), Antonio Candreva (Lazio), Matteo Darmian (Manchester United), Mattia De Sciglio (Milan), Stephan El Shaarawy (Roma)
Centrocampisti:
Daniele De Rossi (Roma), Alessandro Florenzi (Roma), Emanuele Giaccherini (Bologna), Thiago Motta (Paris Saint Germain), Marco Parolo (Lazio), Stefano Sturaro (Juventus)
Attaccanti:
Citadin Martins Eder (Inter), Ciro Immobile (Torino), Lorenzo Insigne (Napoli), Graziano Pellè (Southampton), Simone Zaza (Juventus)


Belgio

Nainggolan Mertens Belgio

Un generazione di fenomeni che ha cambiato il calcio in Belgio. Questa nazionale puo’ davvero inserirsi nella lotta al titolo ma pecca tuttavia di quella mentalita’ vincente e quella consapevolezza di essere una delle favorite che risulta fondamentale per vincere un titolo. Assenza illustrissima quella del perno difensivo Kompany, infortunandosi nella semifinale di Champions con il suo Manchester City. Belgio favorito alla vittoria del girone, quotato 2.10, per la vittoria finale, invece, la quota è 9.50.

Convocati:
Portieri: Darren Randolph (West Ham), Keiren Westwood (Sheffield), Shay Given (Stoke)
Difensori: Cyrus Christie (Derby County), Seamus Coleman (Everton), Richard Keogh (Derby County), Shane Duffy (Blackburn Rovers), John O’Shea (Sunderland), Ciaran Clark (Aston Villa), Stephen Ward (Burnley), Robbie Brady (Norwich City)
Centrocampisti: Aiden McGeady (Everton), David Meyler (Hull City), Jeff Hendrick (Derby County, Stephen Quinn (Reading), James McCarthy (Everton), Glenn Whelan (Stoke City), Jonathan Walters (Stoke City), Wes Hoolahan (Norwich City), James McClean (West Bromwich) 
Attaccanti: Shane Long (Southampton), Robbie Keane (Los Angeles Galaxy), Daryl Murphy (Ipswich Town)


Svezia
svezia-inghilterra-le-magie-di-ibrahimovic-17

La Svezia, non è di sicuro una delle favorite alla vittoria finale. La formazione scandinava sicuramente cercherà un’isperata qualificazione, che sembra più che possibile. Si affideranno ancora una volta al loro perno offensivo: Zlatan Ibrahimovic. A 34 anni, Ibra, è ancora il leader e il giocatore più forte della Svezia. Per il resto, non c’è molta qualità nel 4-4-2 di Hamren. Pochi giocatori chiave ed in fase di crescita costante.  Una squadra che si basa più sulle doti fisiche che sulla qualità, che gioca al servizio di Ibrahimovic. Si è qualificata per l’Europeo solo ai playoff, superando la Danimarca. Le quote per la vittoria finale sono altissime (61.00) che rispecchiano la difficoltà di questo europeo, la vittoria del girone è quotata 6.00.

Convocati:
Portieri: Andreas Isaksson (Kasimpasa), Robin Olsen (København), Patrik Carlgren (AIK)

Difensori: Ludwig Augustinsson (København), Erik Johansson (København), Pontus Jansson (Torino), Victor Lindelöf (Benfica) Andreas Granqvist (Krasnodar), Mikael Lustig (Celtic), Martin Olsson (Norwich)
Centrocampisti: Jimmy Durmaz (Olympiakos), Albin Ekdal (Amburgo), Oscar Hiljemark (Palermo), Sebastian Larsson (Sunderland), Pontus Wernbloom (CSKA Mosca), Erkan Zengin (Trabzonspor), Oscar Lewicki (Malmö), Emil Forsberg (Lipsia), Kim Källström (Grasshoppers)
Attaccanti: Marcus Berg (Panathinaikos), John Guidetti (Celta), Zlatan Ibrahimovic (Psg), Emir Kujovic (Norrköping)


Irlanda

Robbie Keane Irlanda

Robbie Keane Irlanda

Come la Svezia, anche l’Irlanda non spicca per qualità ma è una formazione tosta, forte fisicamente e di grande cuore, pur non avendo un fuoriclasse come Ibra in squadra. Si è qualificata vincendo ai playoff contro la Bosnia, che sulla carta ha giocatori più forti, come Pjanic e Dzeko.  Una squadra sempre difficile da battere, grazie ai tanti giocatori di esperienza, il gioco strettamente difensivo e i repentini capovolgimenti di fronte. Gli irlandesi partono nettamente sfavoriti, la quota per la vittoria del girone è 11.00; quella per la vittoria finale 151. 

Convocati:
Portieri: Darren Randolph (West Ham), Keiren Westwood (Sheffield), Shay Given (Stoke)
Difensori: Cyrus Christie (Derby County), Seamus Coleman (Everton), Richard Keogh (Derby County), Shane Duffy (Blackburn Rovers), John O’Shea (Sunderland), Ciaran Clark (Aston Villa), Stephen Ward (Burnley), Robbie Brady (Norwich City)
Centrocampisti: Aiden McGeady (Everton), David Meyler (Hull City), Jeff Hendrick (Derby County, Stephen Quinn (Reading), James McCarthy (Everton), Glenn Whelan (Stoke City), Jonathan Walters (Stoke City), Wes Hoolahan (Norwich City), James McClean (West Bromwich) 
Attaccanti: Shane Long (Southampton), Robbie Keane (Los Angeles Galaxy), Daryl Murphy (Ipswich Town)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *