Hellas Verona in B, ma piange con un occhio

Pur vincendo 2-1 contro il Milan, l’Hellas Verona ha dovuto salutare la Serie A. Determinante la vittoria del Carpi 1-0 sull’Empoli.

mandorlini

Hellas in B dopo tre anni

L’Hellas Verona torna in B, dopo tre anni passati in A. Mandorlini nei primi due anni aveva portato l’Hellas a giocare ottime partite, la prima vittoria era arrivata nella prima giornata di A proprio contro il Milan. Con i gol di Luca Toni la squadra è riuscita a salvarsi per due anni consecutivi. Quest’anno il “bomber” non è riuscito a salvare la propria squadra. Pazzini si era unito alla causa, ma il risultato non è stato quello sperato. La prima vittoria è arrivata solo alla 23esima giornata con i gol di Siligardi e Pazzini contro l’Atalanta, 2-1. Gli stessi marcatori nell’ultima gara disputata. Il gioco di quest’anno non è riuscito a dare garanzie sia in attacco che in difesa. 30 gol fatti e 58 subiti. Le vittorie sono state solo 4, i pareggi 13 e le sconfitte 18. Adesso mancano solo 3 giornate per onorare al meglio il campionato

lucatoni

 

Piange sì, ma con un occhio

L’Hellas andrà in B, c’è da dispiacersi, ma la Lega aveva votato per un piano “paracadute”. Il piano prevede un budget complessivo di 60 milioni di euro. Sì, avete letto bene. Se ad andare in B è una squadra presente in Serie A da almeno 3 anni, questa riceve 25 milioni di euro. Se la squadra è in A da 2 anni ne prende 15, se è in A da un anno ne ottiene 10. La norma prevede inoltre che se dovesse avanzare parte del paracadute, questo sarà destinato alla squadra retrocessa con tre anni d anzianità in Serie A in caso questa non venga promossa immediatamente dalla B alla A. Il Verona quindi potrebbe andare a prendere 40 milioni nel caso in cui, Carpi e Frosinone la seguissero in Serie B. Le due neopromosse andrebbero a prendere 10 milioni a testa e l’Hellas incasserebbe, oltre ai 25 milioni di base, anche i restanti 15 milioni, ma solo in caso di Serie B anche nel 2017/2018, arrivando così a 40 milioni.

setti

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *