Pallotta: Non commettere lo stesso errore

Il presidente Pallotta come nel 2013, si ritrova ad affrontare una tifoseria intera e il suo uomo simboloPallotta è socio minoritario dei Boston Celtics

Serata speciale quella di ieri sera per Francesco Totti e tutti i tifosi della Roma. A 39 anni e mezzo, entra in campo all’87′ contro il Torino e in appena 3′, con una favolosa doppietta, consente alla Roma di rovesciare una partita che ormai sembrava persa. Se fossimo in un film sarebbe la fine perfetta per una carriera già di per sé unica. Ma è probabile, invece, che questa nuova incredibile doppia prodezza rappresenti per il capitano solo l’inizio di una nuova avventura.

Pallotta e Totti non si sentono da quando Pallotta era a Roma

Sarebbe davvero un peccato se Pallotta non tornasse sui suoi passi e non decidesse di accontentare il capitano che, nelle scorse settimane, si è detto disposto a firmare gratis per un’altra stagione pur di giocare un altro anno in giallorosso. La Roma lo deve alla sua gente, oltre che a Totti stesso. L’Olimpico, a dimostrazione dell’infinito amore che nutre nei suoi confronti, è impazzito di gioia tre volte stasera, arrivando addirittura a piangere dalla felicità. Prima per il suo ingresso in campo, colmo di speranza, poi per il pareggio, giunto incredibilmente al suo primo tocco di palla (dopo appena 22″ secondi, un record), infine per il gol su rigore che, ancora una volta, consente alla Roma di tenere vivo il sogno Champions.

Totti trascina la Roma alla vittoria contro il Torino

Il presidente della Roma, già in passato ha avuto a che fare con una scelta di cuore, legata a due grandi bandiere del suo Boston Celtics, squadra NBA di cui lui è un socio minoritario.

Stiamo parlando di Paul Pierce, cestista che gioca nel ruolo di ala piccola nei Los Angeles Clippers. Pierce ha giocato per la casacca di Boston per 15 anni ed è uno dei tre giocatori, assieme a Larry Bird e John  Havlicek, ad aver segnato più di 20.000 punti con la maglia dei Celtics, il terzo nella storia dei Celtics in partite giocate e il secondo in punti segnati.

Paul Pierce, come Totti, uomo dei record e trascinatore ai tempi dei Boston Celtics

Lui dopo aver trascinato al titolo la squadra e dopo averla nuovamente portata ai play off l’anno successivo, non viene rinnovato il contratto e viene ceduto ai Brooklin Nets, chiudendo una lunga storia d’amore che ha fatto soffrire giocatore e tifosi.

Adeso Totti è il nostro Pierce e speriamo che Pallotta si ricordi della scelta fatta in passato che non ha ripagato le aspettative della dirigenza e che decida di continuare mano nella mano a scrivere almeno un’altra pagina di successi ed emozioni tra la sua bandiera e la sua squadra.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *