Sconfitta in finale di coppa svizzera per Zeman e il suo Lugano

Al Letzigrund di Zurigo è andata in scena la finale di coppa di Svizzera tra lo Zurigo e il Lugano allenato dall’ex allenatore della Roma e Cagliari Zdenek Zeman. 

zeman lugano

Tra le due squadre che si sono giocate la retrocessione dalla massima serie svizzera, questa volta a spuntarla è stato lo Zurigo che pur giocando demeritando ha alzato al cielo la coppa svizzera. Il gol che ha regalato il trofeo ai zurighesi è stato segnato da Sarr 10 minuti dopo l’errore dal dischetto da parte di Bottani per il Lugano.

rigore sbagliato lugano

Niente da fare quindi per il tecnico boemo che nella sua trentennale carriere da allenatore aveva cullato il sogno di poter vincere il suo primo trofeo da allenatore. Resta la soddisfazione di aver guadagnato la permanenza nella massima serie proprio ai danni dello Zurigo. Zeman al suo primo anno al Lugano ha avuto una stagione da alti e bassi, consacrando anche in terra svizzera il suo credo calcistico, quello di fare sempre un gol in più dell’avversario. Ma come sempre questa sua filosofia ha pagato, infatti il Lugano ha chiuso la stagione con la peggior difesa, 75 gol subiti e 46 gol fatti, il quarto peggior attacco del campionato.

gol di sarr zurigo

Dopo questa delusione, c’è da vedere cosa deciderà l’ex Roma sul suo futuro. Ad una domanda sul suo futuro, il boemo poco prima di partire per Zurigo aveva espresso: «Dopo la partita di Coppa ci incontreremo col Presidente. A Lugano sto bene, calcisticamente parlando ho sofferto quest’anno…» A questo punto bisognerà capire se resterà in terra ticinese anche la prossima stagione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *