Suning-Inter, ecco il primo colpo dell’estate

Nemmeno il tempo delle firme, che il calciomercato scuote la Milano nerazzurra, il colosso cinese ha scelto il primo regalo per Mancini

Hanno esordito nella giornata di ieri, garantendo investimenti su calciatori affermati e di caratura internazionale, dichiarando di ispirarsi alla storia e al percorso intrapreso dalla famiglia Moratti. Il Fair Play Finanziario adesso fa meno paura, perchè è possibile alla luce del passaggio di proprietà, riconfigurare le strategie finanziarie che di fatto limitano o per meglio dire vietano spese folli sul calciomercato.

Mancini

Un susseguirsi di eventi che ha riaperto le porte all’arrivo di Yaya Tourè, che da sogno proibito oggi è diventato il biglietto da visita della gestione cinese. L’assist è arrivato proprio dal Manchester City, disposto a lasciar partire l’Ivoriano gratis, adesso l’ultimo scoglio resta l’ingaggio del calciatore che percepisce 12 milioni di euro l’anno in Premier League. Si lavorerà dunque con il procuratore del centrocampista, ci sarà la necessità di trovare un punto d’incontro ma per l’esperto di calciomercato della Gazzetta dello Sport Carlo Laudisa, l’affare si farà. La stretta decisiva è attesa a giorni.

Capitolo cessioni, Santon e Biabiany sono corteggiati dal Bologna, Eder e Felipe Melo potrebbero invece essere le pedine per garantire una sinergia tra Oriente e Occidente, ovvero tra Jiangsu e Inter, i club che fanno capo a Zhang il nuovo presidente nerazzurro. I presupposti ci sono tutti, Tourè sarà il primo acquisto targato Cina, poi un esterno destro e un terzino. Tutto questo da contorno alla rivoluzione che prevede un possibile ritorno da direttore sportivo di Leonardo, affiancato da Roberto Mancini che potrebbe veder prolungato il proprio contratto da tecnico fino al 2018.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *