Ronaldo
Euro 2016 News Portogallo Sport

Cristiano Ronaldo, dall’inferno al paradiso

E’ iniziata male, malissimo, la finale di Euro 2016 per Cristiano Ronaldo e per il Portogallo. Dopo 20 minuti fuori il fenomeno del Real Madrid in lacrime e partita che sembrava ormai persa, ma il destino era dalla parte dei lusitani.

Ronaldo

Cristiano Ronaldo in lacrime, dal dolore alla gioia. Il dolore, perché dopo 20 minuti di gioco è costretto ad uscire dal campo, per un brutto fallo subito al 6° minuto da Dimitri Payet, nemmeno sanzionato dall’arbitro. Uscito tra gli applausi di tutto lo stadio, Cristiano ha praticamente visto tutta la partita dalla panchina, facendo, però, sentire la sua presenza, soprattutto nei tempi supplementari incitando i compagni.

Ronaldo, a quel punto sembrava l’allenatore in seconda, mostrando la sua natura da vero leader, anche non giocando. Arriva il minuto 109, con Eder che si libera e scarica una bomba rasoterra dove Hugo Lloris non può arrivare, gol del Portogallo. Contro tutti i pronostici, quindi, i lusitani si portano in vantaggio a dieci minuti dalla fine, tutti i giocatori che esultano, compresa la Stella del Real Madrid, ancora una volta in lacrime, perché sente che dopo 12 anni (finale persa contro la Grecia) l’Europeo è molto vicino.

10 minuti di vera e propria sofferenza per il Portogallo e per Cristiano, che incita i suoi compagni come un vero e proprio fuoriclasse sa fare, riportando Raphaël Guerreiro, ormai stremato e con i crampi, nel rettangolo di gioco. Il tempo passa, la Francia attacca, ma non riesce a mettere quel “maledetto” pallone dentro, e CR7 sfrega le mani, perché ormai mancano pochi secondi alla fine. Tiro dei francesi, palla fuori, Rui Patricio perde tempo beccandosi pure il giallo, arriva il rinvio, uno, due, tre, fischio finale. Il Portogallo è campione d’Europa per la prima volta nella propria storia.

Portogallo

E a quel punto, ecco le lacrime di gioia che arrivano per Ronaldo, che vince l’unico trofeo (insieme al Mondiale) che gli mancava. Pianto irrefrenabile che mostra il lato umano di un campione, molte volte visto come un arrogante senza sentimenti, che ieri sera ha emozionato tutto il mondo, anche per chi di calcio capisce ben poco. 

Sembrava scritto nelle stelle. Il Portogallo perde il suo pezzo pregiato, con la Francia che si sentiva già campione d’Europa, ma i giocatori lusitani rimasti in campo, hanno dato il massimo per il loro popolo e per il capitano, che attendevano questo momento da ben 12 anni, dopo la finale persa in casa contro la Grecia. 

Quindi, è stato un grande Europeo, con tante belle storie, dove alla fine ha vinto il Portogallo, nel modo più assurdo. Quindi, cosa possiamo dire? Grazie Portogallo e grazie Ronaldo per le emozioni che ci avete regalato. E poi dicono che il calcio è solo un gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *