Inter News Serie A Sport

Difesa, cinismo e spirito di gruppo

Arriva l’ennesima importante vittoria per l’Inter che consente a Icardi&Co di strappare un biglietto di prima classe per la vetta solitaria. Ma come si costruisce una squadra da scudetto? Mancini conosce gli ingredienti e ieri ha dimostrato di saperli amalgamare insieme come uno chef pluristellato. Analizziamo tutti gli step:

DIFESA – Tutto ruota intorno all’efficacia della difesa della squadra, dove i due muri ormai soprannominati M&M’s non sbagliano un colpo, che porta all’undicesima partita senza subire reti. Si, undici proprio come quelle concluse a rete inviolata in tutto l’anno scorso, questa volta ne sono bastate 16 partite per raggiungere questo numero. Di certo in questo perfetto ingranaggio non possiamo dimenticare Handanovic, colui che prende tutto. Avere dietro una sicurezza come lui permette di lasciarsi scappare anche qualche errore in più; di certo insieme ai due centrali formano una saracinesca.

11100153_1063315580345185_6765553372096774710_n

CINISMO – Icardi chiamato a n0n fallire di nuovo la prova del 9 e, insieme all’attacco neroazzurro, riesce a sfruttare tutti gli errori della difesa. Ieri sono volate ampie critiche da parte di molti tifosi di altre squadre, ma non è da tutti avere la capacità di mettere a segno ogni minima occasione concessa. Di certo c’è che l’inter chiude questa partita (di nuovo) con le solite frecciate degli “intenditori del pallone” ma comunque a +4, guardando sta sera le altre quattro squadre scannarsi a vicenda: “rumore dei nemici”?

12193725_10206549050597072_7451335209952603374_n

SPIRITO DI GRUPPO – Tutti sanno che la vittoria comincia dallo spogliatoio, e (anche) in questo, gli allievi del Mancio non falliscono. A testimoniare tutto ciò c’è l’esultanza #epicbrozo diventata ormai virale sui social, dove tifosi ma soprattutto i giocatori stessi si fotografano nella citata posa. Dall’inizio del campionato non ci sono stati casi di malessere importanti, se non quello di Icardi, molto spinto dai media. Di certo ieri dopo che il Mancio disse che Mauro a fine stagione avrà segnato 20 goal, il bomber neroazzurro ha segnato una doppietta e spento tutte le possibili voci.

LAPR1493-kU8G--687x458@Gazzetta-Web_mediagallery-article

Con ciò l’inter ieri ha dimostrato di saper mettere insieme tutte le caratteristiche di grande squadra e, adesso, può davvero sognare.

Federico Holneider

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *