Inter Juventus News

Incontentabili!

InterJuventus-fantacalcio-FantArdoreDopo l’impresa di Madrid i neo campioni d’Italia si presentano a San Siro per l’anticipo della 36° giornata dove trovano un’Inter in piena corsa Europa League alla ricerca di punti importanti, ma quando la Juve incontro i rivali nerazzurri non è mai una partita come le altre e nonostante gli anni passati il senso di rivalsa dopo Calciopoli è sempre altissimo.

Padroni di casa in campo con un 4-3-1-2:

Handanovic, D’ambrosio, Vidic, Ranocchia, Juan Jesus, Kovacic, Medel, Brozovic, Shaqiri, Icardi, Palacio.

Modulo speculare per gli uomini di Allegri che lascia a casa parecchi titolari in vista della finale di Coppa Italia di mercoledì lasciando spazio alle seconde linee, scendono quindi in campo col 4-3-1-2:

Storari, Padoin, Barzagli, Bonucci, Lichtstineir, Padoin, Marchisio, Romulo, Pereyra, Morata, Matri.

Arbitra Daniele Doveri.

Juventus che parte un po’ sorniona, probabilmente un effetto collaterale della partita di Champions, a differenza di un’Inter che cerca subito di mettere pressione agli ospiti riuscendo subito a sbloccare la partita con un tiro da fuori di Brozovic deviato in modo fortuito e decisivo dal solito Icardi.

Sembra tutto scritto con una Juve distratta dalle Coppe, ma come detto prima, questa è sempre una partita a sé, e tempo di assorbire il gol subito che Morata risponde agli attacchi nerazzurri con alcune percussioni sulla sinistra sprecate però per il troppo egoismo. E’ ancora l’Inter ad essere la più pericolosa trovando anche il gol del raddoppio con Brozovic che viene ingiustamente annullato dall’ arbitro per fuorigioco. Pochi minuti e Doveri ne combina un’altra: Matri supera in velocità Vidic che lo atterra in area da dietro; rigore ma solo giallo per il difensore serbo che avrebbe meritato il rosso. Va Marchisio, capitano di giornata, sul dischetto che spiazza Handanovic riportando il risultato in parità. Si va così negli spogliatoi.

Secondo tempo che inizia con una Juventus più convinta di poter portare a casa la partita con Morata, il migliore dei suoi, che sfiora il gol per due volte nei minuti iniziali, e un’Inter che cerca di riprendere in mano la partita senza però creare grossi pericoli a Storari. Girandola di sostituzioni: Ogbonna per uno stanco Lichtsteiner, Llorente per Matri, Nagatomo al posto dello svizzero Shaqiri , Pogba per Pereyra e Podolski per Brozovic.

E quando la partita sembra andar via sull’ 1-1 la Juventus trova la rete del vantaggio all’83° con un tiro da fuori non proprio irresistibile di Morata che Handanovic lascia entrare in porta con un goffo intervento.  Minuti finali con i nerazzurri che provano a ritrovare la parità ma che trovano di fronte un grande Storari che con compie un doppio miracolo sui tiri consecutivi di Palacio e Icardi a colpo sicuro. Si conclude così la partita con la Juventus che esce vincente anche da San Siro e un’ Inter che ormai può rinunciare ai sogni Europei anche se la matematica lascia ancora qualche spiraglio aperto.

Migliore in campo lo spagnolo Morata che ha praticamente fatto diventare matti i difensori avversari e che purtroppo non potrà essere in campo, causa squalifica, nella finale di Coppa Italia contro la Lazio. Peggiori in campo a pari merito Vidic e Handan
ovic

Maurizio Dattilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.