Casciaro esulta dopo il gol ai Celtic - Lincoln
Champions League News

Stupore a Gibilterra: il Lincoln batte i Celtic

Una squadra di semi-professionisti batte i pluridecorati campioni di Scozia. Sembra la trama di un film, ma è l’esito del preliminare di Champions League

Gli ultimi Europei ci hanno abituati alle sorprese, a quelle cosiddette favole calcistiche che rimangono vive anche a distanza di anni. Si tratta in generale di un periodo d’oro per le outsider, dal Leicester di Ranieri all’Islanda di Lagerbäck. Pensavate di aver visto tutto? Ebbene, no. Ieri il Lincoln Red Imps, campione di Gibilterra, ha sconfitto i Celtic Glasgow, campioni di Scozia, con un secco 1-0.

Come potete intuire, la portata dell’evento è notevole: i gibilterrini sono composti da un mix di giocatori a tempo pieno e ragazzi che nella vita quotidiana hanno un altro lavoro. Alla loro terza partecipazione ai preliminari di Champions League – Gibilterra è nella UEFA da poco – i Red Imps sono riusciti a inanellare un ruolino di marcia di tutto rispetto. Per le squadre che compongono l’alveare dei campioni e vice-campioni dei campionati alla periferia d’Europa, a inizio luglio è già tempo di scendere in campo per le qualificazioni. Anche se ci sono gli Europei in corso.

Dopo aver eliminato gli estoni del Flora Tallinn, compagine che vanta una discreta esperienza internazionale, il Lincoln Red Imps ieri è sceso in campo al Victoria Stadium con il chiaro proposito di limitare i danni. Il mister Julio César Ribas, un uruguagio giramondo che in passato ha occupato anche la panchina del Venezia, del Penarol e della Nazionale dell’Oman, ha avuto le idee molto chiare: difesa a oltranza. D’altronde, affrontando un club che vede nella partecipazione alla Coppa dei Campioni l’essenza stessa della stagione, c’è aria di goleada.

Tuttavia, i biancoverdi guidati dal neo-allenatore Brendan Rodgers non sono riusciti a sbloccare la contesa. Nonostante l’elevato tasso tecnico degli scozzesi, il muro dei padroni di casa è apparso invalicabile. E siccome non ci si può difendere per 90′, a inizio ripresa i gibilterrini hanno messo il naso fuori dalla loro metà campo. L’azione è partita da Liam Walker, uno dei pochi giocatori full-time della squadra, centrocampista con trascorsi nel Portsmouth e nel campionato israeliano. Un suo lancio ha innescato Lee Casciaro, l’uomo che in passato ha siglato il primo gol ufficiale della Nazionale gibilterrina, il bomber che nella passata stagione aveva permesso al Lincoln di passare il primo turno di Champions ai danni degli andorrani del Santa Coloma. Casciaro, poliziotto 34enne, con un numero ha saltato Ebe Ambrose e calciato il pallone col sinistro. Traiettoria beffarda, rete gonfia: Rodgers probabilmente sognava un esordio migliore sulla panchina dei Celts.

Il seguito della partita ve lo potete immaginare: linea Maginot, retroguardia a prova di bombardamento e disimpegni come se piovesse. Al triplice fischio, il tabellone ancora segna 1-0 per la squadra di casa. Sappiamo che è solo la partita d’andata e che probabilmente al Celtic Park i biancoverdi troveranno il modo di ribaltare il risultato; tuttavia, l’impresa dei semi-professionisti gibilterrini la teniamo nel nostro album dei ricordi, in mezzo al San Marino che passa in vantaggio contro l’Inghilterra e al Gueugnon che vince la Coppa di Francia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *