News Palermo Roma Serie A Sport

Palermo 2-4 Roma : cronaca e pagelle della gara dei giallorossi

E’ una Roma che ha tutto da perdere quella che scende in campo al Renzo Barbera di Palermo per la 7′ giornata di Serie A. I giallorossi vengono dall’umiliazione di martedì a Borisov in Champions League che ha spinto l’ambiente giallorosso un passo oltre il classico malumore che aleggia tra i tifosi dopo sconfitte pesanti come questa. Sono stati in tanti, infatti, a puntare il dito contro Rudi Garcia il quale, a detta dei contestatori, è giunto ormai al capolinea della sua avventura a Roma e dovrebbe essere rimpiazzato dalla società.

Dicevamo dunque di una Roma che, per non far vacillare più del dovuto il proprio tecnico, ha bisogno non solo di 3 punti, ma anche di una prestazione convincente. Garcia, manda in campo tutti i titolari, ad eccezione di Torosidis al posto di Maicon, e si affida a un 4-3-3 che sul campo si rivelerà un’inedito 4-4-2 con Florenzi e Falque esterni di centrocampo pronti a dare una mano in difesa e Salah e Gervinho in avanti.

Pronti, via ed è subito vantaggio giallorosso. Al 2′ Pjanic triangola con Florenzi al limite dell’area, la palla di ritorno del jolly romano è perfetta e consente al bosniaco di appoggiare dolcemente alle spalle di Sorrentino e di mettere il sigillo sul terzo gol in campionato (il primo su azione). Gli ospiti, nonostante qualche rischio in difesa, sono padroni del campo; la manovra è fluida e il gioco ben allargato. Al 14′ arriva il raddoppio proprio con Florenzi che raccoglie un rimpallo e scaraventa il pallone in rete. Gara ora in discesa per i capitolini, che mettono k.o. il Palermo in un quarto d’ora. Garcia però non è domo, sa quanto sia importante questa gara per lui e per la Roma e chiede ai giocatori di rimanere lucidi e continuare ad attaccare. Quando siamo ormai quasi alla mezz’ora avviene l’impensabile. Gervinho riceve il pallone molto defilato a sinistra, punta il difensore, lo salta secco verso l’interno, procede in orizzontale evitando il tackle dell’avversario, ne salta un altro e lascia partire un gran destro a giro che termina la sua corsa all’incrocio dei pali. Davvero un capolavoro, considerando anche la tecnica individuale non proprio eccelsa dell’ivoriano. “Gervinho mi serve perchè è in grado di saltare l’uomo e di dare profondità” commentava Garcia qualche giorno fa alla domanda sul perchè si ostini a schierare così spesso la freccia nera. Il primo tempo si chiude con due occasioni importanti, una per parte, Vazquez colpisce la traversa con un colpo di testa e Nainggolan sciupa quello che poteva essere il gol dello 0-4, evitato da una gran parata di Sorrentino.

Nel secondo tempo arriva però il gol del neoentrato Gilardino, che raccoglie un bel lancio di Vazquez, elude l’intervento in extremis di de Rossi e firma il 3-1 che riaccende la speranza di un finora amareggiato e deluso pubblico Palermitano. I rosanero sono ora più arrembanti, anche se piuttosto disordinati, mentre la Roma non riesce più a riprendere in mano il gioco. Una palla gol per il Palermo se la crea ancora Gilardino che colpisce di testa da calcio d’ angolo e impegna Szczesny che respinge prontamente. Il gol del 3-2 che chiedeva Iachini ai suoi, arriva sì, ma ormai troppo tardi, nei minuti di recupero, con un colpo di testa di Gonzalez. Un minuto dopo, Ucan serve Gervinho che salta l’ultimo uomo palermitano ed appoggia in rete per il definitivo 2-4 che chiude i giochi e regala alla Roma 3 punti e tanti spunti per Rudi Garcia che, durante la sosta, potrà riflettere su cosa cambiare e da cosa ripartire per plasmare una squadra che sia divertente e che soprattutto trovi continuità di risultati.
PAGELLE:
Szczcesny 6.5    Reattivo
Torosidis 6       Diligente
Manolas 6.5     Ordinato
De Rossi 6       Macchinoso
Digne 6.5        Propositivo
Florenzi 7      Tuttofare     (dall’ 83′ Gyomber 6 : Esordiente)
Nainggolan 6   Arrugginito
Pjanic 7.5    Ritrovato
Falque 6.5   Efficiente      (dal 66′ Emerson 5,5 : Spaesato)
Salah 5.5      Svogliato     (dal 75′ Ucan 6,5 : Intelligente)
Gervinho 8   Decisivo

Garcia 7   Gioco offensivo

-Antonio Fogliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *