Andriy Shevchenko in campo
Calcio Estero News

Shevchenko CT dell’Ucraina, lo staff è rossonero

La Federcalcio ucraina ha scelto Shevchenko come nuovo selezionatore; Tassotti e Maldera saranno i suoi assistenti

Gli Europei di Francia 2016 di certo non hanno portato grande fortuna alla Nazionale ucraina, eliminata con tre sconfitte su tre. L’esperto selezionatore Mychajlo Fomenko ha quindi ceduto il passo a un suo collaboratore tecnico, un personaggio noto a tutti gli amanti del calcio: Andrij Shevchenko. La Federcalcio ucraina lo ha ingaggiato con un contratto biennale, che permetterà all’ex stella del Milan di guidare la Nazionale gialloblu nel corso delle qualificazioni per la prossima Coppa del Mondo.

In tema di Milan, Sheva sta mettendo a punto uno staff a tinte rossonere. Tra i suoi assistenti figurano Mauro Tassotti Andrea Maldera, entrambi reduci del club di Milanello, oltre allo spagnolo Raul Riancho, ex collaboratore di Serhij Rebrov alla Dinamo Kiev. Tassotti ha lasciato i colori rossoneri dopo quasi 37 anni di onorata carriera, dove ha ricoperto numerosi ruoli. Invece per Shevchenko si tratta della prima esperienza come allenatore; possiamo paragonarlo a Frank Rijkaard, altra gloria del Milan che esordì come tecnico direttamente sulla panchina di una Nazionale, nel suo caso quella olandese.

Nelle prime dichiarazioni, Shevchenko ha dichiarato di essere onorato di poter allenare la sua Nazionale, della quale peraltro è recordman di reti realizzati. “Il mio primo obiettivo sarà creare un collettivo capace di raccogliere risultati. Voglio anche aiutare la squadra a riconquistare il rispetto dei tifosi con performance di qualità. Cercheremo nuovi giovani giocatori ma i miei criteri principali saranno disciplina, organizzazione, equilibrio, impegno e motivazione.”

Shevchenko, che come detto in apertura ha partecipato agli ultimi Europei come assistente di Fomenko, esordirà ufficialmente come CT il 5 settembre, quando l’Ucraina affronterà l’Islanda a Kiev per disputare la prima gara delle qualificazioni per Russia 2018. Il girone non è proibitivo, le altre squadre sono Croazia, Finlandia, Kosovo e Turchia. Ma per Shevchenko, Tassotti e Maldera ci sarà da lavorare duramente per riportare la Nazionale gialloblu su standard mondiali e riconquistare il ruolo di outsider.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *